Sembra più o meno chiaro che il futuro dell'automobile sarà di una qualche forma elettrica. O almeno dovrebbe essere, se non fosse per due insidie ​​che ostacolano il progresso della auto elettrica. Il primo è il prezzo e il secondo è l'autonomia.

Con l'annuncio da BMW Group, DaimlerChrysler, Ford Motor Company e Volkswagen AG Group, tramite Audi e Porsche, la creazione di un rete supercaragadores battezzati europee IONITY, produttori mirano ad abbattere queste due trappole. E se il modo in cui recuperare il terreno aperto da Tesla, meglio è.

IONITY eq mercedes

I quattro gruppi coinvolti nella joint venture IONITY vogliono costruire 400 stazioni di ricarica veloce e potente in tutta Europa entro il 2020. L'idea non è nuova, e che è stato implementato sin dal suo inizio Tesla. Ma pensare che questi produttori fanno semplicemente quello rivale Tesla sarebbe un errore. La rete si propone IONITY più, o almeno essere un pezzo importante del puzzle che coinvolge convincere il pubblico ad acquistare auto elettriche.

Ancora una volta, torniamo al 2020 come l'anno delle auto elettriche. Quasi tutti i produttori dicono di avere una macchina elettrica entro il 2020 nella sua gamma; Si parla di una parziale o completa la sua gamma per quell'anno l'elettrificazione. Le ragioni, insomma, sono la necessità di rispettare una media inferiore a 95 g / km di emissioni di CO2 e il consumo di un nuovo sistema di approvazione che rendono i produttori e non siamo in grado di filtrare il ridimensionamento dei suoi motori. Spieghiamo in modo più dettagliato qui.

Una rete di caricabatterie per alleviare la mancanza di autonomia

IONITY Volkswagen e Golf

Anche se in modo diverso, e non v'è alcuna connessione meccanica o la musica Motor-, Tesla ha dimostrato che un'auto elettrica può essere attraente e divertente. Non è questo il problema.

No, il problema è che, finora, la maggior parte delle auto elettriche non hanno sufficiente autonomia al cliente abituato a macchina a benzina, diesel o ibrida passo in elettrico.

Come si risolve? Offrendo maggiore autonomia, ma la tecnologia della batteria e la gestione non consente ancora grandi progressi, ma il progresso è stato enorme e sta già lavorando su nuovi tipi di batterie. È necessario proporre un'alternativa.

Se BMW, Ford, Daimler e VAG vogliono vendere auto elettriche dovrebbero avere anche una rete di supercaragdores, l'IONITY

Tesla fa i suoi carichi di rete destinazione e la rete dei compressori. Essi svolgono la funzione di un distributore di benzina per auto termica. Pertanto, anche se un elettrico hanno l'autonomia di una piccola vettura a benzina o un supercar tra 300 e 400 km-non sarà più un problema. Alla fine della giornata, nessuno si preoccupa per la vostra auto a benzina non più di 300 km di autonomia perché sa che sarà in grado di rifornire in pochi minuti. Con electrolineras rete IONITY, lo stesso accadrà con elettrico.

Tuttavia, in tutto questo non si può ignorare il ruolo di pioniere interpretato da Tesla. cultura d'impresa americana, vale a dire, non aspettatevi l'amministrazione a fare qualcosa, ma lo fa la società supporto montato Tesla Superchargers ai propri clienti poteva viaggiare. E questo è stato il maestro del brand californiano. In Europa, marchi altra scelta che seguire finalmente il percorso della Tesla vedere l'inerzia delle autorità.

caricabatterie 350kW ogni 120 km: IONITY

Porsche Missione E Concept

Quindi, se BMW, Ford, Daimler e VAG vogliono vendere auto elettriche dovrebbero avere anche una rete di stazioni di ricarica, l'IONITY. "Questa rete europea di stazioni di ricarica ha una grande capacità essenziale per stabilire il mercato della carta auto elettriche", ha confermato Michael Hajesch, CEO di IONITY.

La rete IONITY inizierà ad operare quest'anno con le prime 20 stazioni di ricarica situati in Germania, Austria e Norvegia. Avrebbero tutti situato a 120 km l'uno dall'altro e fornire metodi di pagamento digitali (anche se finora non sono noti i prezzi).

BMW i IONITY Centro stazioni di ricarica

Nel 2018, la rete si espanderà a 100 stazioni di ricarica, ciascuno può servire diverse macchine indipendentemente veicolo specifico. Ciascun punto di carico avrà una capacità di 350 kW e compatibile con le norme europee In combinazione del sistema di ricarica. In Spagna, si prevede circa 50 stazioni. Chiaro che il successo nel nostro paese di questa iniziativa privata dipende anche dalla gestione delle strutture per l'attuazione.

Con questa rete di caricatori mira a risolvere i problemi di autonomia delle auto elettriche, cioè risolve uno dei due ostacoli allo sviluppo di auto elettriche. Come questo aiuterà la quota di mercato di elettricità in Spagna a salire e può avvicinarsi a quella della Norvegia?

Aumentare la quota di mercato di energia elettrica

IONITY

Basta una semplice questione di produzione. Non modelli di lusso come il Tesla, la quota di mercato elettrico saliranno, con o senza rete di caricabatterie. Per aumentare la quota di mercato dei prezzi dovuto abbassare la batteria e quindi le auto. E che potrà essere raggiunto solo se i passaggi pubblici con modelli più accessibili, cioè coloro che in genere hanno meno autonomia di una Tesla.

Quindi, se questa rete assicura che il pubblico non sia più paura di autonomia, saranno modelli più accessibili, come la Renault ZOE, Volkswagen e Nissan Leaf o Golf che permitaran produzione di batterie a crescere. Se aumenta la produzione, può ridurre il costo unitario e quindi il prezzo finale. E, infine, il prezzo delle auto.